menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

  • ita flag
  • eng flag

torna al menu di scelta rapida

NEWS

COSA VISITARE A ROMA IN 3 GIORNI – GIORNO 2

COSA VISITARE A ROMA IN 3 GIORNI – GIORNO 2

Se state leggendo questo articolo forse non vi è sfuggito il nostro primo giorno del tour Visitare Roma in Tre giorni. Lo trovate qui se non lo avete ancora letto!

Pronti dunque per godervi la vostra seconda giornata a Roma? Come vi avevamo detto non ci siamo certo dimenticati dei sacri luoghi romani e infatti oggi andremo certamente al Colosseo, ma vi faremo scoprire anche qualcosa di veramente nuovo! Divertitevi!

 

II GIORNO

  1. COLOSSEO

  2. FORO ROMANO

  3. CARCERE MAMERTINO 

  4. GIARDINO DEGLI ARANCI

  5. CIRCO MASSIMO

  6. BOCCA DELLA VERITA

  7. TRASTEVERE

Avete solo tre giorni, per cui saremo sinceri, questa giornata non è leggerissima però vi assicuriamo grandi visioni storiche, qualche momento mistico, momenti di godereccia enogastronomica e un finale ….!

1 - “VEDO LA MAESTA’ DER COLOSSEO”

Il Colosseo più propriamente Anfiteatro Claudio non ha certo bisogno di presentazioni. Vi diamo solo qualche consiglio sui tempi della visita. Se state alloggiando a Love & Art in Rome avete la fortuna di poterlo raggiungere a piedi.  Per cui svegli ben presto e pronti per l’apertura dei cancelli alle 8:30, la giornata è lunga!

Il biglietto cumula la visita al Colosseo, Palatino e Foro Romano ed ha un costo di € 12.00, prenotabile anche online con un supplemento di € 2.00

Tenete presente che non è obbligatorio fare tutte e tre le visite nella stessa giornata, potrete, se vorrete, utilizzare il biglietto il giorno successivo.

La maestosità del Colosseo ci commuove ogni giorno. Forse potrebbe sembrare partigianeria ma, credeteci, a volte anche noi romani ce ne dimentichiamo e ci ritroviamo su Via Labicana spensierati, per poi alzare gli occhi e….ricordarci che viviamo nella città più bella del mondo! L’effetto che vi farà è davvero quello che si racconta!  Non vi aspettate però all’interno una visione in stile Arena di Verona; il Colosseo non si è purtroppo conservato integralmente per cui vi chiediamo, una volta dentro, uno sforzo di immaginazione per ricostruire cosa avveniva all’interno di questo luogo così ricco di storia.

 

2 - FORO ROMANO – A CASA DEI NOSTRI CARI AVI

Usciti dal Colosseo vi troverete a due passi dal Foro Romano, vi basterà semi-circumnavigare l’Anfiteatro in direzione Via dei Fori Imperiali.

La visita al Foro Romano è estremamente romantica, in quell’accezione propria del romanticismo tedesco. Vi consigliamo di affittare una guida, se volete ripercorrere i passi degli antichi romani e farvi raccontare della vita il cui centro era proprio adagiato attorno a questo luogo sacro. 

Foro RomanoPuò non essere semplice riconoscere i vari siti, ma se siete comunque orientati  per una visita in solitaria non rimarrete delusi. Roma va anche vissuta così, lasciandosi ispirare emozioni e suggestioni, qualche volta anche potendo solo immaginare cosa accadde esattamente in quel luogo che state ammirando. Il fascino delle rovine colpirà voi come fece con Goethe! Perdetevi tra l’arco di Tito, il tempio di Antonina e Faustino, il Tempio di Castore e Polluce

Durante l’estate portatevi un cappello o magari un ombrellino, la visita al foro con il caldo può essere faticosa.

 3 - IL MISTICISMO DELLA ROMA SOTTERANEA – CARCERE MAMERTINO

Uno scorcio tra i più belli…lo sappiamo è difficile dirlo a Roma, perché ad ogni angolo c’è un nuovo scorcio meraviglioso da scoprire. Questo però è uno dei nostri preferiti e forse non proprio il più conosciuto nonostante sia proprio a due passi dal Colosseo.

Si tratta del Tullianum, il più antico carcere di Roma, nel Medio Evo chiamato Carcere Mamertino.  È un esempio perfetto di cosa sia nascosto nella Roma sotteranea e della stratificazione storica che questa città vanta. In questo luogo si viaggia dallo strato più basso nell'VIII secolo a.C. al XVI secolo, salendo; più di 2000 anni in un solo edificio.

► Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami

 Cappella del  S.S. Crocifisso

 Carcere

Tullianum

Si accede al Carcere attraverso la Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, la quale varrebbe la visita già da sé sola!

Il nome Mamertino pare derivi dal Re Anco Marzio che ne volle la costruzione. Nel pavimento è visibile un cerchio di bronzo attorno all’antica sorgente che, si narra, sgorgò miracolosamente per opera di San Pietro; qui infatti sarebbero stati tenuti prigionieri i due Santi Pietro e Paolo, patroni della città di Roma.

Ma vorremmo che vi soffermaste anche nella piazzetta antistante ad ammirare questo luogo, dove aver disceso il lastricato in ciottoli (nient’affatto semplificato…donne niente tacchi!). Godetevi l’inaspettato silenzio dopo la folla di via dei Fori Imperiali, noi siamo convinti che qualcosa di mistico aleggi nei luoghi dove tanti e  tanti secoli hanno  lasciato un così vivido segno!

Consigliabile anche la visita alla splendida Chiesa dei Santi Luca e Martina

Ora che abbiamo nutrito l’anima, bisogna nutrire il corpo e dargli un po’ di ristoro o no? ;-)

Ristorante Cleto RomaTorniamo quindi sui nostri passi ripercorrendo Via dei Fori Imperiali fino all’incrocio con Via Cavour. Prendete appunto questa via e sulla destra troverete Via del Cardello. Cleto, la Porta del Colosseo non è il solito Ristorante turistico. Per noi è un paradiso della cucina. Gestito da Cleto e dalla sua famiglia, tutti originari della Sardegna, qui potrete mangiare pesce carne o pizza, tutto di qualità eccellente. I prezzi sono onesti, considerati la qualità del cibo e la posizione del ristorante!

 E ora per distendersi la visita nel verde del Colle Palatino.

4 - PALATINO -  LA NASCITA DI ROMA

La leggenda narra che qui nacquero Romolo e Remo allattati dalla lupa che permise loro di crescere e fondare Roma. Qui secondo l’Eneide approdarono i Greci.

Per i romani i sette colli sono un po’ come i colli emiliani, sono i punti cardinali della nostra romanità e guai a chi ce li tocca! Così anche per il Palatino un luogo in cui perfettamente le rovine e la storia si innestano nel verde della vegetazione (non a caso qui avevano sede i giardini dei Farnese)

L’ingresso si trova in Via di San Gregorio. Il Palatino si erge fino  a 54 metri di altezza, con una vista che si perde tra il Foro Romano e il Circo Massimo.

Dopo la visita godetevi il grande pratone per un riposino post pranzo e..enjoy!

5 – IL GIARDINO DEGLI ARANCI E CIRCO MASSIMO: L’OTIUM…ROMANO

Qualche tempo fa abbiamo parlato  di questa piccola oasi nel cuore di Roma. La inseriamo  nel tour Visitare Roma in Tre giorni proprio perché pensiamo sia un luogo davvero suggestivo, sia per la vista che è possibile godere sia per il quasi religioso silenzio che lo caratterizza. Da non perdere anche la suggestiva “sbirciatina” alla serratura del portone del Cancello del Priorato dei cavalieri di Malta In Piazza dei Cavalieri di Malta a pochi passi dal Giardino degli Aranci. Avvicinando l’occhio al buco vedrete…scopritelo qui

 

Come promesso, dopo la mattinata faticosa vi stiamo regalando qualche ora di maggiore tranquillità  Riscendendo potrete prendervi qualche minuto per godervi l’immensa vasca verde del Circo Massimo. Qui potrete sdraiarvi ed oziare per un po’!

Per i romani il Circo Massimo è un luogo di incontro, un posto dove portare un pallone e fare un bel pic nic, ma anche suonare una chitarra nelle sere d’estate. A differenza di molti siti storici che vengono vissuti quasi come un santuario da guardare e non toccare, possiamo senz’altro dire che del Circo Massimo i romani si sono riappropriati!

6 - LA BOCCA DELLA VERITA – ROMAN HOLIDAY!

Nel portico SMaria in Cosmedin  si trova la Bocca della verità.

La leggenda è più che nota: la bocca mangerebbe la mano di chi mente!

Si tratta di un luogo amatissimo dai turisti, per cui forse vale la pena una visita. Potrete sentirvi come Gregory Peck e Audrey Hepburn in vacanze romane! In più, i bambini ne sono davvero affascinati, guardate qui cosa ci ha lasciato una bimba dopo averla visitata! 

 

All'interno della bocca della verità è custodito il reliquiario con il  teschio di san Valentino, ma non lo stesso santo ricordato il 14 febbraio!  

È il momento di Trastevere, l’ultima tappa della nostra giornata. Vi basterà attraversare il Ponte Palatino

7 - SEMO ROMANI (fiori trasteverini)

Forse è un gran caos e forse di romanità ostenta più che vive, eppure Trastevere non può non trovare un posto nei vostri 3 giorni a Roma. Moltissimi vicoli indimenticabili, qualche ristorante turistico di troppo e ancora qualche vecchio trasteverino che se sarete fortunati saprete riconoscere.

È qui che vorremo concludeste questa giornata di visite forsennate per vivere una serata speciale. Un consiglio? Comprate in un supemercato una buonal bottiglia di vino, trovatevi uno scalino appartato e brindate alla lunga vita di Roma! Forse non dovremmo consigliare il bivacco, così poco amato dalle amministrazioni comunali, ma con un po’ di gusto e di rispetto degli altri potrete assomigliare ancora di più a Roma, una signora a volte irrispettosa e qualche volta non a modo, ma sempre la più affascinante di tutti!

Se amate i cocktail fate una sosta a Vicolo del Cinque dal Mojitaro, cocktail sublimi spesso accompagnati da gruppi musicali live.

Domani ultimo giorno a Roma…sarà speciale!

Nadia Deisori

LEGGI COSA VISITARE A ROMA IN TRE GIORNI - GIORNO 1

LEGGI COSA VISITARE A ROMA IN TRE GIORNI - GIORNO 3